Sono nato lunedì 21 dicembre 1981 nell’ospedale di Formigine, vicino a Castelvetro di Modena dove abitavo con i miei genitori. In realtà la mia infanzia l’ho vissuta a Spilamberto, un paese che si trova a 10 Km dalla mia abitazione e dove ho iniziato sia il mio percorso scolastico, alle elementari, che quello calcistico, alla locale scuola calcio. Ed è proprio con lo Spilamberto che, nel 1991, partecipo al torneo internazionale “Enzo Ferrari” di Maranello dove vengo notato dagli osservatori del Bologna FC che mi fanno firmare il mio primo contratto ed inizia così la mia avventura negli “Esordienti” rossoblu. Nel 1998 entro a far parte della Primavera e partecipo anche al ritiro della prima squadra allenata da Carlo Mazzone. L’11 novembre 1998, durante l’incontro di Coppa Italia Primavera contro la Lucchese, subisco la rottura dello scafoide del piede destro e l’8 marzo successivo vengo operato alla rotula bipartita del ginocchio sinistro per rimuovere una lieve malformazione ossea; questi infortuni mi hanno purtroppo costretto a saltare una intera stagione. La stagione successiva riprendo a giocare con la Primavera e riesco a segnare anche 6 reti e, al termine di quell’annata, mi diplomo come ragioniere (62/100) all’istituto tecnico commercale di Vignola.

Nel 2000 vengo trasferito in prestito nello Spezia in Serice C1, per poter giocare con continuità, e lì inizia la mia carriera professionistica sfiorando anche la promozione in Serie B. La stagione successiva rientro al Bologna e vengo aggregato stabilmente alla prima squadra, guidata da Francesco Guidolin che mi fa esordire in Serie A il 18 novembre 2001 in Lecce-Bologna (1-0) e, poco dopo un mese, il 22 dicembre 2001, il giorno dopo il mio 20° compleanno, realizzo il mio primo gol in serie A in Lazio-Bologna; al 76′ minuto ho segnato il gol del 2-2 finale. In totale, nelle tre stagioni che ho vissuto a Bologna, ho disputato 91 partite con 3 gol ed ho anche esordito nelle coppe europee giocando 6 partite nella Coppa Intertoto del 2002.

L’8 Giugno 2004 divento campione d’Europa under 21 a Bochum (Germania).

Palermo

Dalle file del Bologna passo, il 2 luglio 2004, al Palermo in cambio di 1.680.000 euro circa più il cartellino di Valentin Nastase, ed è proprio con la maglia rosanero che riesco a conquistare anche la convocazione in Nazionale maggiore. Nella squadra siciliana gioco per ben quattro stagioni, disputando almeno 37 partite per annata. Al termine della stagione 2004-2005 riusciamo a conquistare il sesto posto e quindi a garantirci la prima qualificazione in Coppa UEFA della storia del Palermo; la stagione successiva esordisco così nella seconda competizione internazionale per club. Nella stagione 2007-2008 vengo anche eletto vice capitano della squadra. Con la maglia rosanero ho disputato in totale 161 partite.

Wolfsburg

Nell’estate del 2008 vengo acquistato, per 7 milioni di euro circa, dal club tedesco del Wolfsburg insieme al mio compagno di reparto al Palermo e in Nazionale, Andrea Barzagli. In quella stagione abbiamo conquistato la Bundesliga ed io ho giocato 14 incontri ed ho segnato un gol decisivo nella vittoria interna contro l’Hannover. In Europa League ho disputato 5 partite realizzando un gol contro il Milan a San Siro nella fase a gironi, per poi essere eliminati dal PSG ai sedicesimi di finale.

Parma

Dopo aver iniziato la stagione in Germania, il 29 agosto 2009, passo a titolo definitivo al Parma, con cui firmo un contratto quinquennale e in cui divento subito un titolare. Il mio primo gol con la nuova maglia lo realizzo nella stagione 2009-2010 proprio contro una mia ex squadra, il Palermo. Nella prima stagione in gialloblu riesco a segnare ben 5 reti all’attivo, mentre nella seconda gioco 34 partite in campionato più una di Coppa Italia e realizzo 3 gol. Nella terza annata 2011-2012 disputo 35 incontri in campionato e 2 in Coppa Italia e segno un gol contro il Napoli nella 26° giornata; nella quarta stagione con i ducali gioco 15 partite in campionato e 1 in Coppa Italia e realizzo il gol vittoria contro la Roma alla 10° giornata.

Milan

Il 25 gennaio 2013 mi trasferisco a titolo definitivo al Milan nello scambio che coinvolge anche Djamel Mesbah e Rodney Strasser che compiono il percorso inverso. In rossonero scelgo la maglia n° 81 ed esordisco il 2 marzo seguente, in occasione della partita vinta per 3-0 contro la Lazio a San Siro, entrando all’inizio del secondo tempo al posto di Cristian Zapata. In quella annata non riuscirò a trovare molto spazio e quella contro la Lazio rimarrà l’unica presenza stagionale. Nella seconda sagione invece gioco 13 partite di cui 11 in campionato, una in Coppa Italia e una in UEFA Champions League in occasione di Milan-Celtic (2-0). Nella stagione 2014-2015 esordisco il 1° febbraio 2015 nella partita contro il Parma, la mia ex squadra, segnando il gol del definitivo 3-1.

Carpi

Il 31 Agosto 2015 sottoscrivo un nuovo contratto che mi lega con l’FC Carpi 1909 fino al 2017. Non appena tornato in Emilia, vengo immediatamente promosso capitano della formazione biancorossa e il 29 Novembre 2015 riesco a segnare il primo gol con la nuova maglia allo stadio Marassi contro il Genoa, una rete che è valsa la vittoria conquistata per 2 a 1.

Vicenza

Ad Agosto 2016 firmo un contratto di prestito con obbligo di riscatto che mi lega con il Vicenza Calcio per due anni: è così iniziata la mia prima esperienza nella serie cadetta con la squadra biancorossa.

Nazionale

A 15 anni esordisco con la maglia azzurra, quella dell’Under 16, con cui, nell’aprile del 1998 parto per la Scozia per disputare l’Europeo di categoria. Durante quella manifestazione segno il gol decisivo per accedere alla semifinale e alla fine riusciamo a conquistare il secondo posto alle spalle dell’Irlanda. Nel 2001 partecipo ai Giochi del Mediterraneo di Tunisi vincendo la medaglia d’argento. Ho fatto parte anche della Nazionale Under 21 di Claudio Gentile, con la quale abbiamo vinto l’Europeo Under 21 del 2004 disputato in Germania. In totale, con la maglia dell’Under 21 ho disputato 21 partite ed ho realizzato 2 gol, entrambi nelle qualificazioni per la fase finale dell’Europeo 2004 contro l’Azerbaijan.

Nella Nazionale maggiore esordisco con il CT Marcello Lippi, il 17 novembre 2004, durante l’amichevole Italia-Finlandia (1-0) e, nella stagione seguente, mister Lippi decide di utilizzarmi con continuità. L’8 ottobre 2005 a Palermo realizzo il mio primo gol in Nazionale nella partita Italia-Slovenia (1-0), che sancisce la qualificazione della Nazionale al Campionato del mondo del 2006.

Vengo inserito nella lista dei 23 giocatori convocati per il Mondiale 2006, nel quale vengo impiegato in 3 partite, giocando titolare come terzino destro nelle prime 2 sfide del torne. Il 17 giugno 2006, durante Italia-Stati Uniti (1-1), seconda partita del girone, realizzo uno sfortunato autogol che regala il pareggio alla formazione americana; torno in campo nei quarti di finale contro l’Ucraina. Con la Nazionale divento campione del mondo, nella finale vinta ai rigori contro la Francia, il 9 luglio 2006, all’Olympianstadion di Berlino.